Se eu fosse você

se eu fosse voceSe eu fosse você è un divertentissimo film commedia brasiliano del 2006 di cui è stato anche girato un sequel l’anno scorso chiamato con grande fantasia Se eu fosse você 2 (ne parleremo in un altro post). La storia si basa su una idea molto semplice, diciamo pure banale, o perlomeno già stra-utilizzata anche in altre pellicole: lo scambio dei corpi. In particolare in questo film i protagonisti sono due coniugi, Helena (Gloria Pires) e Claudio (Tony Ramos), che in seguito ad uno strano e rarissimo evento astrale, e dopo essersi detti innumerevoli volte “se eu fosse você” (cioè se io fossi te),  si trovano veramente imprigionati l’uno nel corpo dell’altra: in pratica il marito diventa la moglie e viceversa.

se eu fosse vocese eu fosse voceChiaramente si può immaginare che vasto campionario di situazioni comiche, anche un po’ scontate, può riservare un evento del genere:  Claudio che è socio di una agenzia di pubblicità (e soprattutto è molto macho) si trova proiettato nel mondo preciso e organizzato della moglie che è una insegnante di musica e direttrice di un coro impegnata ad organizzare il saggio di fine corso. Allo stesso tempo Helena  cerca inutilmente di inserire un po’ di grazia, di correttezza, di serietà nell’agenzia pubblicitaria del marito, che è nota nell’ambiente per i modi scorretti utilizzati per accaparrarsi i clienti (nella foto un esempio di distrazione indotta per convincere i committenti di una campagna pubblicitaria ad accettare una campagna che all’inizio non era ben gradita. La “distrazione” è la famosa attrice e modella Danielle Winits).

Il film procede per un’ora e mezza di risate, tra l’imbarazzo di Helena (cioè Claudio) che si trova a dover gestire cose tipicamente femminili (depilazione, mestruazioni, ecc) e il desiderio di Claudio (cioè Helena) di assecondare la propria femminilità anche essendo nel corpo del marito (alla fine Claudio comincerà prima a vestire in maniera impeccabile, cosa che non ha mai fatto, e poi a vestirsi in maniera eccentrica). E tutto questo nell’obiettivo comune di trovare una soluzione per uscire da questa situazione e ritornare nei corpi originari.

se eu fosse voceDiciamocelo francamente: non è una pellicola da concorso; in un certo senso è un po’ come un nostro film dei Vanzina con la differenza sostanziale che qui gli attori sono bravi e non sono i “personaggi” del momento che hanno notorietà ma non sanno neppure da dove cominciare con la recitazione. Gloria Pires e Tony Ramos in questo film recitano bene sia nei loro corpi standard che in quelli invertiti, e si può dire che da soli con la loro bravura realizzano l’80% delle situazioni divertenti del film (il resto è merito di attori  che chi segue le telenovelas conosce bene come Ary Fountura nel ruolo del direttore di un collegio e Maria Gladys nel ruolo della mitica governante Cida che sarà presente anche nel sequel)

Ho caricato due piccoli video: nel primo si vede una scena nella quale Claudio (cioè Helena nel corpo del marito) cerca di convincere la Dott.ssa Cris, una sua vecchia amica di collegio (Patricia Pillar), ad accettare questa situazione incredibile e a trovare un rimedio clinico per lei e il marito. All’inizio Cris che crede in una malattia mentale di Claudio spiega che la cosa “non ha precedenti nella letteratura medica” e invita l’uomo alla calma. Poi Claudio (che in pratica è Helena) racconta cose segrete della dott.ssa Cris (come i dettagli di una loro notte di grandi eccessi da ragazze) e il medico si convince che ha di fronte la vecchia amica perchè ricordano e ballano insieme una vecchia canzone  (un pezzo famoso da discoteca degli anni 70 che si chiamava “Perigosa” – pericolosa utilizzato realmente nel film) di cui avevano fatto una coreografia che conoscevano solo loro.

Nell’altro video invece Helena (cioè Claudio nel corpo della moglie) presenta il suo lavoro di saggio di fine corso che doveva essere un pezzo classico di Beethoven ma viene presentato in una versione un po’ rap alla Claudio, che prima lascia disorientati tutti (compreso la vera Helena in fondo alla sala) e poi si trasforma in un successo per la sua originalità.

Per la cronaca alla fine del film i due riusciranno a riappropriarsi dei propri corpi, cosa prevedibile perchè in questi casi è meglio tenersi una porta aperta per il sequel in caso di successo.

Advertisements

2 thoughts on “Se eu fosse você

  1. Ho sentito tanto parlare di questo film e del seguito, non l’ho visto ma provvederò presto: Gloria Pires e Tony Ramos sono sicuramente un’accoppiata vincente, sempre all’altezza della situazione, fino ad ora non mi hanno mai deluso…
    Ehm….ma Danielle Winits deve per forza mostrarci ogni volta le sue grazie?

  2. Tony Ramos e Gloria Pires Recitano bene in questo film (come del resto in tutte le cose che fanno) sono dei grandi professionisti e si prestano bene a questi ruoli invertiti… diciamo che un buon 80% del film lo fanno loro (anche perchè la storia ruota molto intorno a loro, soprattutto nel primo film).

    Per la Winits diciamo che è un fatto di colore… tenendo presente il tipo di film ci sta pure bene 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...