Patricia Pillar

Stammattina ho realizzato questo disegno a matita, poi acquisito con lo scanner e colorato con Photoshop, che ritrae (a mio modo chiaramente) l’attrice brasiliana Patricia Pillar di cui abbiamo già parlato qualche post fa.  Ho voluto provare  per esigenze future  una tecnica un po’ diversa che si pone tra fumetto, illustrazione e tecniche tradizionali; così ho aperto il mio archivio di immagini di ritratti, organizzato tramite l’ottimo Picasa della Google ,ho impostato i tag (ritratto, tre quarti, mezzobusto) ed è saltata fuori questa immagine.

Adesso, al di là del risultato finale, questo esperimento mi consente di parlare un po’ di questa attrice (ma ultimamente anche regista e produttrice cinematografica di un film-documentario sul cantautore  Waldick Soriano) che chi frequenta un po’ il Brasile televisivo (telenovelas, programmi TV, spot pubblicitari) o segue i film prodotti in brasile vede molto spesso e, a giudicare dagli indicatori di ascolto, apprezza anche.

La storia di attrice di Patricia Pillar non è tanto dissimile da quelle di altre sue colleghe di telenovelas e di cinema: una gavetta necessaria nelle telenovelas degli anni ’80 (io ho recuperato una vecchia versione di As noivas di Copacabana dove recita con un giovane Miguel Falabella e .. diciamo che non è stata la migliore serie che ho visto finora), qualche seno scoperto necessario (ma poi Patricia si è sempre rifiutata con la notorietà di  fare scene di nudo) e il fatto non trascurabile di annoverare partecipazioni in molti film stranieri, soprattutto di produzione Hollywoodiana. Ma probabilmente a farla entrare con forza nel cuore degli spettatori non è stata tanto la sua bravura di attrice (evidentemente molto sfruttata dai giovani autori come João Emanuel Carneiro, che ha appositamente scritto per lei il ruolo complessamente perverso di Flora nella novela “A Favorita”) quanto probabilmente quell’ attegiamento da non-diva che sembra quasi stridere rispetto al comportamento di alcune sue colleghe, spesso impegnate solo a farsi fotografare tra le onde del mare di Copacabana (ogni mondo è paese).

Probabilmente a renderla molto vicina alla gente è anche la sua bellezza un po’ particolare, di cui ho parlato in un altro post, quel mix tra occhi verdi assolutamente non comuni e un naso un po’ bruttino e al contrario molto comune,  che viene portato con un certa classe, diciamo così, e che la rende molto simpatica anche al pubblico femminile, spesso pronto a vedere nelle attrici famose delle “antagoniste” inarrivabili.

Ma la storia di Patricia Pillar è passata anche per una vicenda molto seria che ha riguardato la sua salute (un piccolo nodulo al seno per fortuna asportato senza conseguenze) che lei ha utilizzato saggiamente per sensibilizzare l’opinione pubblica femminile sulla prevenzione e sulla cura di questi problemi della sfera femminile. Subito dopo l’intervento e la chemio,  infatti, Patricia ha rilasciato interviste senza i suoi meravigliosi capelli lunghi e ricci, ha fatto circolare una lettera e dei video dove raccontava la sua storia e invitava le donne a non prendere mai sottogamba le minime variazioni del loro corpo e a sottoporsi con costanza ai controlli periodici. Probabilmente questa cosa è stata anche fatta anche un po’ per veicolare tra i suoi fan (e gli operatori del mondo dello showbiz) una immagine ormai recuperata dell’attrice Patricia, ma bisogna dire anche che poteva pure aspettare qualche mese e ritornare in televisione con la sua immagine di sempre.

Tutte queste cose insieme mi hanno fatto apprezzare quasi da subito questa attrice che ho visto la prima volta su un video di youtube dove presentava una puntata di Som Brasil, un programma di musica dove il repertorio tradizionale della MPB viene fatto rieseguire a nuovi interpreti; in questo programma mi ha colpito una cosa di questa donna, cioè il fatto che non sono riuscito a definirne l’età. Incuriosito ho approfondito le ricerche e ho scoperto una grande attrice, capace di emozionarmi non poco. Quindi un grazie a Patricia Pillar, con la speranza che la fase di ozium finisca presto e possa ritornare a recitare in qualche bella produzione (magari una novella delle otto, non sarebbe male).

Annunci

One thought on “Patricia Pillar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...