Quando il samba incontra il boogie: terzo disco (di passaggio) di Antonia Adnet

antoniaadnettemboogienosambaE’ uscito da qualche settimana il terzo disco di Antonia Adnet (dal titolo “Tem + boogie no samba“) e siccome qui su Brasil Cotidiano abbiamo parlato degli altri due, per completezza diciamo anche due cose su questo ultimo lavoro della trentenne chitarrista e compositrice carioca. Parlando di Antonia Adnet spesso ci si sofferma sul cognome che è “consistente”: nata in una famiglia di musicisti, figlia di Mario Adnet, famoso arrangiatore e chitarrista brasiliano, ricercatore appassionato della musica popolare, Antonia ha sempre respirato musica fin da piccola e si sente. In una recente intervista-conversazione con Nelson Faria, nel portale Un café lá em casa, alla classica domanda: “come è cominciato tutto” lei parla proprio della difficoltà di ricordare un momento di partenza,  visto che la sua vita è stata caratterizzata sempre dal fatto di avere tra le mani una chitarra. E questa cosa poi l’ha condotta direttamente verso il suo percorso di studio (la laurea in musica popolare all’universita di Rio  – UNIRIO),  le prime esperienze come turnista nel gruppo di Roberta Sá, le collaborazioni con Joyce e altri artisti e i lavori in studio appunto.

Ma dicevo del cognome importante, non per sminuire l’importanza del suo lavoro come artista, ma perchè in questo disco di transizione, che non contiene un repertorio originale ma un omaggio ai samba del passato, a mio avviso, l’impronta del padre si sente veramente molto. Non solo per gli arrangiamenti (che storicamente per i dischi di Antonia sono sempre stati fatti in famiglia, dal padre Mario o dallo zio Rodrigo Campello) ma perchè proprio il boogie sembrerebbe essere una passione “derivata”, visto che Mario Adnet non ha mai fatto mistero di apprezzare questo genere musicale.

La mia impressione è che la Antonia più vera sia stata proprio quella discreta del primo disco (che si chiama appunto Discreta) che era un disco più congeniale al suo carattere, con le sue composizioni giovanili che ben si legavano con la sua voce molto delicata. Il secondo disco Pra dizer sim è stato un insieme di composizioni originali composte a quattro mani con altri collaboratori (tra cui in particolare quella con João Cavalcanti, fondatore dei Casuarina e figlio del cantautore Lenine) e contiene dei primi riferimenti al boogie (Boogie Woogie do rato) e un brano composto da padre, sotto forma di tributi.

In quest’ultimo disco si nota l’evoluzione della cantante (voce più solida ma sempre essenziale) la sicurezza della chitarrista e l’originalità di mettere insieme il samba con il boogie woogie. In un mondo quale quello della MPB dove il samba è stato proposto in diecimila maniere diverse questa fusione è certamente originale e tutti gli arrangiamenti sono di grande livello. Ma, ripeto, la mia impressione è che Antonia graviti un poco troppo intorno all’orbita del padre e il rischio è che non riesca ad affrancarsi dalla personalità (e dai riferimenti culturali) del suo famoso genitore. Dopo questo disco di passaggio (che tra l’altro è molto bello nella sua particolarità e con la presenza di molti ospiti, tra cui Pedro Miranda, João Cavalcanti) vorrei ascoltare come fan un disco con la modernità del secondo e l’ingenuità del primo. Magari con lei come produttrice, perchè i progetti personali sono convinto che debbano essere seguiti da soli per avere l’autonomia di fare quello che ci si sente di fare. Io credo che sia importante l’organizzazione familiare (soprattutto con quella famiglia alle spalle) ma questa organizzazione non deve essere un vincolo ineludibile, soprattutto per lo sviluppo della propria personalità di artista.

Il disco, ascoltabile completamente e anche scaricabile liberamente, è disponibile sul sito dell’artista.

Puoi seguire la pagina di Brasil Cotidiano su Facebook cliccando su questo link.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...