Addio a Oscar Castro-Neves

Il post di oggi è un omaggio ad un grande musicista, chitarrista, arrangiatore brasiliano che si è spento ieri sera a Los Angeles dove si era trasferito da tempo. Oscar Castro-Neves aveva 73 anni e negli ultimi tempi stava combattendo contro una lunga malattia, diciamo LA classica malattia, che non ha risparmiato neppure lui.

Queste cose per gli appassionati (non solo di musica brasiliana perchè lui era un musicista internazionale che è comparso in molte produzioni di artisti anche non brasiliani) sono veri colpi al cuore, soprattutto perchè quando si parla della bossa nova degli inizi (siamo alla fine degli anni ’50) non si può non ricordare tanti personaggi che pur rimanendo un po’ defilati, “dietro le quinte” come si suol dire, hanno contribuito enormemente alla delineazione prima e alla diffusione poi di questo genere. E Oscar con il suo complesso, costituito dagli altri tre fratelli (Mário al piano, Léo al contrabasso e Iko alla batteria) era tra gli artisti che partecipavano alle famose reuniões domesticas che avvenivano nella casa di Nara Leão (dove partecipavano tra l’altro altri grandi, João Gilberto, Roberto Menescal e il paroliere Ronaldo Boscoli solo per citarne alcuni) e in seguito cominciò a diffondere la sua musica con il suo gruppo nei vari locali brasiliani, nel periodo a cavallo tra gli anni ’50 e ’60.

Oscar Castro-Neves era anche un produttore e arrangiatore, ha contribuito a esportare il suono vero della bossa nova che troviamo in dischi che si rifanno a queste sonorità ricercate (mi vengono in mente due cantanti che apprezzo tanto, Diana Krall e Carol Welsman, così come mi ricordo di una sua parceria con Cris Delanno, una brava cantante che aveva cominciato con i bossacucanova e che in seguito lui aveva preso sotto la sua protezione artistica. Ma di questo grande personaggio si potrebbe parlare molto, questi sono i miei ricordi, altre persone ne avranno altri, ma tutti certamente pensando a lui e al fatto che non c’è più, non potranno non rimpiangere la sua batida perfetta (il suo modo di suonare il ritmo di bossa nova sulla chitarra) che era il suo marchio di fabbrica.

Come un appassionato può ricordare questo grande artista che non c’è più ? Mettendo un disco suo, e così ho fatto… e siccome è domenica mattina e sono pure un pittore ho fatto uno schizzo veloce a matita nel mio taccuino, dove annoto le cose che capitano, dalle piccole alle grandi… un piccolo omaggio per fissare nel tempo questo ricordo, che non è triste perchè come si dice sempre in questi casi (e non è solo una frase di consolazione) la sua musica rimane. E non è una cosa da poco.

oscar-castro-neves

Annunci

One thought on “Addio a Oscar Castro-Neves

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...