Vincitori del Prêmio da Música Brasileira 2013

copertina2Anche il Brasile ha i suoi premi dedicati alla musica (tipo il più famoso Grammy americano) e tra di essi il più importante è certamente o Prêmio da Música Brasileira che, pur cambiando diverse denominazioni, è rimasto tale e quale da quasi un quarto di secolo.

Ho parlato molte volte in passato di un aspetto legato alla musica brasiliana (tutta la musica, in tutte le sue differenziazioni) che mi ha sempre colpito positivamente: la musica in Brasile viene considerata un patrimonio, da salvaguardare a tutti i costi e da trasferire alle nuove generazioni. I cantanti (e le canzoni) del passato sono tenuti in grande considerazione, rispettati, hanno visibilità e sono spesso omaggiati in varie occasioni ma, soprattutto, i giovani artisti emergenti vengono coinvolti in progetti che mirano a perpetuare la tradizione. Abbiamo parlato qui di  “Som Brasil una trasmissione storica della TV brasiliana che si basa proprio sull’idea di far reinterpretare i successi di un “omaggiato” famoso della puntata a vari artisti più o meno conosciuti. Questa cosa da noi non è molto diffusa a dire il vero; nella nostra programmazione  esistono contenitori tipo juke-box in cui si ricorda quello che è stato, o programmi “monografia” più interessanti ma più rari, e sono poche le situazioni in cui si cerca di rivalutare brani e artisti del passato.

caubyMa venendo all’argomento del post, oggi sono stati annunciati i vincitori dell’edizione 2013 del Prêmio da Música Brasileira insieme all’ “homenageado” speciale che quest’anno è Cauby Peixoto. Parliamo prima di questo premio a latere che viene assegnato ogni anno e che intende essere un riconoscimento tributato ad un personaggio per la sua storia, per il contributo che ha dato alla musica brasiliana. Se scorriamo i 24 vincitori troviamo dei grandissimi (Vinicius de Moraes, Luis Gonzaga, Dorival Caimmy, Elis Regina, Rita Lee e tanti altri artisti) e non troviamo altri personaggi altrettanto famosi che avrebbero meritato una riconoscimento (ma c’è sempre tempo). Quest’anno il premio è andato, come già detto, a Cauby Peixoto, un cantante istrionico che è partito come rocker ma poi si è votato alla MPB, che lo aveva già vinto nel 1992 in coppia con la cantante (e soprattutto attrice Ângela Maria).

adnetRiguardo i vincitori delle tante categorie vorrei citare alcuni nomi: intanto Caetano Veloso che ha vinto con Abraçaço che è un disco veramente particolare, coraggioso per certi versi; la sorella Maria Bêthania che ha pure vinto in più categorie;  João Bosco , l’omaggiato dell’anno scorso e che quest’anno ha vinto un premio come miglior album di MPB, e sono personalmente molto felice che abbia ritirato due premi Mario Adnet, grandissimo arrangiatore e compositore che nella categoria “arrangiatori” era addirittura l’unico vincitore possibile con tre nomination, e ha avuto due riconoscimenti per il CD “Vinicius & Os Maestros” dedicato evidentemente al Poetinha, come era conosciuto amichevolmente Vinicius De Moraes. 

Non ci sono ancora video della premiazione e della serata, compariranno nei prossimi giorni su youtube, ma voglio lasciare un video delle prove dei grandi pianisti che hanno aperto la manifestazione: João Carlos Martins, Wagner Tiso, Leandro Braga, Gilson Peranzzetta, João Carlos Coutinho e Cristóvão Bastos   suonando “Eu sei que vou te amar” la famosa canzone di Tom Jobim, a cui era dedicata la serata, durante la quale molti artisti si sono alternati a cantare le sue canzoni più famose. E’ in portoghese ma è interessante vedere lo spirito che caratterizza le prove.

Advertisements

2 thoughts on “Vincitori del Prêmio da Música Brasileira 2013

  1. Pois eu tomei um susto quando vi o Cauby como vencedor. Não que ele não mereça um prêmio pela sua carreira, mas pela idade avançada do velho Cauby. Imagine que ele já fazia sucesso quando eu nasci, em 1959!

    🙂

    E já que você citou o Som Brasil, o meu herói sempre foi o Antônio Nóbrega, dançarino, músico, compositor, ator e defensor do folclore brasileiro: http://www.antonionobrega.com.br

  2. Oi Allan, confesso che não sabia nada de Antonio Nóbrega, pesquisei um pouco no link do site e vi que ele é um cara que gosta de fazer muitas coisas… já estou adorando 🙂 , vou me informar melhor. Obrigado pela dica e um abraço
    V.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...