Espelhos de papel: la nuova mostra di Vik Muniz

24924_vm_vase_of_flowers_low_1364252358Abbiamo già parlato tempo fa di uno straordinario artista che si chiama Vik Muniz (si, proprio quello che realizza opere con la spazzatura) nel momento in cui tutto il mondo stava apprezzando il suo  pluri-premiato film che si chiama “Lixo extraordinario” (Spazzatura straordinaria). Vik Muniz ha appena inaugurato una nuova mostra personale che resterà visibile fino all’11 di Maggio presso la galleria Nara Roesler di São Paulo, sempre realizzata con quadri fatti in maniera non convenzionale. In questo caso si tratta di pezzetti di carta che lui ha strappato dalle riviste patinate e che poi ha pazientemente ricomposto, creando piccoli collages.

Questi quadri unici (che l’artista vuole chiamare “matrici” e non “originali” perchè gli originali sono le immagini di partenza), sono un po’ più grandi di un foglio A4, e dopo la realizzazione, che porta via un paio di mesi per ognuno di essi, vengono scannerizzati ad una altissima risoluzione e infine stampati come foto digitali di grande dimensione (alcuni arrivano ad essere alti anche 3 metri).

25050_vm_virgin_low_1364314939Il titolo della mostra è Espelhos de Papel (Specchi di carta), e il perchè di questo nome particolare, e se vogliamo un po’ suggestivo, lo spiega lo stesso Vik Muniz durante una intervista rilasciata al noto presentatore Jô Soares nel suo programma di interviste quotidiano sulla Globo TV. “Specchi di carta” perchè è un lavoro che cerca di mostrare l’identità frammentata delle persone (lui si rivolge in particolare alle donne quando spiega questa cosa) che tentano di immaginarsi, attraverso quello che esse vedono nelle riviste e che in qualche modo le riguarda e le riflette.

24975_vm_ostrich_low_1364314772Parlo sempre con entusiasmo di Vik Muniz che amo tantissimo come artista per una serie di motivi; ad esempio per le dimensioni delle sue opere, per il fatto di lavorare su “set” enormi (come quello che attrezzò per fotografare le opere fatte di spazzatura) quindi per il fatto che è un artista che concepisce proprio un rapporto fisico con l’arte. Ma anche quando la sua opera non è maestosa e si concretizza in un piccolo collage fatto su carta c’è lo stesso senso del lavoro, della ricerca della perfezione che è affascinante. Ma la cosa che mi attira di più di quest’ultima mostra in particolare è l’abilità di fare in modo che i pezzettini delle varie riviste si “pieghino” alla nuova immagine che sta creando, senza attirare troppo l’attenzione, ma mantenendo comunque una certa riconoscibilità. E poi il risultato finale è strepitoso: un quadro che ha una profondità e la simulazione di un rilievo e che sembra essere un olio dipinto con la tecnica dello spatolato.

vikQuesta è l’intervista di cui parlavo prima: ci sono dei momenti veramente divertenti, come ad esempio, quando Vik parla di come sceglieva le riviste di partenza. Se gli servivano delle varietà di verde comprava riviste di golf, se aveva bisogno di blu comprava riviste di surf, e se gli servivano i toni dell’incarnato allora comprava “muitas revistas de sacanagens” (molte riviste porno 🙂 ).

vm_woman_bicycle300dpi_low_1361912430Vedo dalle statistiche e dai contatti che il blog viene letto anche da persone che abitano in Brasile (in certi casi proprio italiani o simpatizzanti della lingua italiana e del Bel Paese che vivono in Brasile) per questo do i dettagli precisi: la mostra è visitabile fino all’11 Maggio presso la galleria Nara Roesler. Gli orari sono scritti sul sito (da cui ho tratto tutte le immaigni dei quadri, ma i quadri in esposizione sono di più di quelli contenuti sul sito). Comunque per gli orari potete seguire il suggerimento di Vik Muniz che, non occupandosi troppo di queste cose (lui crea e basta), suggerisce di andare nel pomeriggio, “così trovate sicuramente aperto” :).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...