Il Paradiso di Celso e Ronaldo

Ogni tanto ci può capitare di ascoltare un CD diverso, che ad una prima lettura classifichiamo come “strano” e, se proprio non ci piace, come “brutto”. La maggiorparte delle persone ragiona così,  per categorie, ed è troppo pigra (o spesso incapace) di ridisegnarne di nuove, per cui alla fine infila tutto in quelle che già conosce. Che poi se ci riflettiamo bene questo modo di ragionare abbastanza diffuso non si sposa per niente con la mania di “taggare” tutto, come si dice oggi, che ci segue dovunque sul web.

Il CD di cui voglio parlare oggi è secondo me un piccolo capolavoro. Lo so che “capolavoro” è una parola forte, ma ogni tanto secondo me si dovrebbe avere il coraggio di usarla, pure se uno non fa il critico e scrive solo per passione. Perchè ho parlato in questo modo ? Perchè secondo me quando un disco crea un modo diverso di raccontare le cose il “paradigma è cambiato” come diceva qualcuno. Cioè da quel momento in poi si può pensare ad una maniera diversa di usare uno strumento, di missare una traccia, di mettere insieme le cose per raccontare le emozioni. Poi forse quel disco sarà dimenticato, o sarà considerato “strano” (o peggio ancora “brutto”), magari non avrà il successo che merita, ma la sua eco rimane, il solco è tracciato e da quel momento in poi c’è perlomeno un altro modo di vedere il mondo.

Sia ben chiaro, non voglio creare delle aspettative, ci sono stati dischi ben più di rottura nella storia della musica, qui siamo sempre in una realtà definita di un mercato vastissimo che è quello brasiliano (secondo me molto ricco di fermenti), e poi, come si dice, de gustibus…; Ma il mio scopo è solo raccontare quello che mi emoziona, e questo CD lo fa alla grande e per questo ne parlo. E’ ora di presentarlosi tratta dell’ ultimo disco di una coppia di artisti riunita per l’occasione (Celso Fonseca e Ronaldo Bastos) e si chiama Liebe Paradiso. Questa sopra è la copertina e già da questo si capisce che non è proprio musica da ballo 🙂

Intanto prima di imbarcarmi nel tentativo difficile (quanto inutile come dico sempre io) di “raccontare la musica”, diciamo due cose sugli autori che, per semplificare molto, hanno scritto e collaborato con tutti i più grossi nomi della MPB, veramente è inutile scrivere i nomi: tutti i grandi hanno avuto a che fare con Ronaldo e Celso. La cosa più interessante è che la collaborazione tra loro è consolidada (hanno realizzato già due o tre album insieme) e hanno anche realizzato un CD in passato che si chiamava Paradiso che è direttamente collegato con questo ultimo, perchè Liebe Paradiso è una rielaborazione di brani già esistenti ma in arrangiamenti diversi.

Cosa mi ha colpito di questo disco? …beh è difficile dire tutto. Intanto ci sono molte cose che mi ricordano mondi musicali differenti che ho frequentato, suonato, amato molto. Ad esempio gli arrangiamenti per archi che sono la mia passione qui sono molto presenti e rimandano a quelle orchestrazioni a volte un po strappalacrime, alla Wagner Tiso, a volte più moderne e aggressive. Ma anche la tromba con sordina del primo brano (di cui ho metto il link più sotto) riporta inevitabilmente alla mente Miles Davis. Poi ci sono gli inserti di rumori della natura, di voci che recitano brani, poemi. Questa cosa non è nuova, recentemente Lenine ha fatto un disco così, io mi ricordo di Vinicius che recitava le sue poesie mentre Toquinho criava o clima alla chitarra; ma qui i testi sono anche un po’ sgraziati, non si incastrano nella musica come se l’intento fosse quello di portare l’ascoltatore ad impegnarsi di più per decodificare il messaggio.

E poi le altre cose belle del disco (per me chiaramente), sono il fatto che c’è a tratti un modo completamente diverso di ridisegnare i ruoli che gli strumenti hanno nell’arrangiamento, e anche il fatto che alcune sonorità rimandano inevitabimente ad altro perchè le collaborazioni sono tante (Luiz Melodia, Adriana Calcanhoto, Nana Caymmi, Sandra De Sa, Marcos Valle e altri) e soprattutto c’è quel genio secondo me di arrangiatore e sperimentatore di sonorità nuove che è Sasha Amback, che è sempre dietro grossi nomi della MPB da Ana Carolina a Isabella Taviani, Roberta Sá e la lista potrebbe continuare.

Ora veramente o falar ta falado… mettiamo due link per ascoltare qualcosa, tutti presi dal canale Youtube della Dubas l’etichetta discografica che distribuisce questo CD anche in forma digitale. Il primo video è la traccia di apertura che si chiama Paradiso, dove compare quella tromba con sordina di cui parlavo prima.

link

Questo video invece è una traccia che si chiama Flor Da Noite, con la partecipazione di Nana Caymmi, figlia di Dorival, e mi ha colpito anche per il video, che è una video elaborazione (la novità di questo CD è riferita a diversi settori, dalla grafica del booklet ai video che accompagnao il CD).

link

E infine Polaroides una musica mais animadinha, che trascina di più, con la partecipazione di Sandra de Sá e la sua voce meravigliosa.

link

Per finire questo è il link della pagina ufficiale di Liebe Paradiso su Facebook.

Annunci

2 thoughts on “Il Paradiso di Celso e Ronaldo

  1. triste… quando seguivo la escolinha do prof. raimundo alla globo lo adoravo! ancora oggi, quando parliamo di un luogo lontano e sconosciuto, con mio marito diciamo “andiamo a maranguape”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...