Addio a Chico Anysio un umorista a tutto tondo

Proprio in questo momento si stanno svolgendo a Rio i funerali di Chico Anysio, che si è spento due giorni fa dopo una lunga malattia complicata da tante cose. Capita spesso che un personaggio sia amatissimo e popolarissimo nel suo paese di appartenenza, e fuori dai confini nazionali non sia per niente conosciuto. Per Chico Anysio probabilmente sarà così: al di fuori del Brasile non se ne parlerà, ma per i brasiliani la perdita è molto forte, perchè era un attore comico (o meglio un umorista che si esprimeva in tanti ambiti, anche come scrittore ad esempio), un personaggio televisivo amato da tutte le generazioni e, oserei dire, quasi una persona di famiglia per i brasiliani, che se lo ritrovavano sempre nel proprio quotidiano tramite la tv e i vari show e ridevano per le sue trovate comiche.

Chico era conosciuto per i suoi tantissimi personaggi che lui creava partendo o da parodie di “tipi” sociali (come i vari professori tra cui o professor Raimundo che ha la sfortuna di avere una classe terribile), oppure pescando nella fantasia (come il vampiro Bento Carneiro, l’unico vampiro della storia a non fare paura a nessuno e a quasi morire di fame per incapacità di fare il suo “lavoro”). Questi innumerevoli personaggi, tra cui è veramente difficile sceglierne uno che possa rappresentare questo artista, sono stati presentati al pubblico nei suoi vari shows televisivi (Chico Total, Chico Anysio show e tanti altri) già a partire dagli anni ’70, con una presenza pressochè costante nella televisione brasiliana e spesso anche con la funzione, non secondaria, di fare satira nei confronti del Regime o dei politici di turno.

E come capita sempre a tutti gli attori comici Chico sapeva benissimo anche recitare in ruoli drammatici. Io proprio così mi sono imbattuto in questo artista, mi colpì una sua partecipazione nella novela Sinha Moça, dove faceva il ruolo di un fazendeiro preoccupato del fatto che la legge aurea del 1888, e quindi l’abolizione della schiavitù, gli avrebbe rovinato gli affari. E’ stata questa prova di attore e un suo libro (chiaramente comico) che ho letto che si chiamava O batizado da vaca a farmi poi scoprire tramite ricerca sul web che grande umorista fosse. Da allora ogni tanto mi vedevo un video su youtube per ridere un po’.

Voglio ricordarlo proprio con questo piccolo dialogo tra un ipocondriaco (Pirilo) e sua moglie (Belinha), tratto da un racconto del libro di cui parlavo prima O batizado da vaca; è un racconto che parla di questa persona ossessionata dalle sue paranoie che sistematicamene si va a ricoverare in ospedale per motivi futili.

– Belinha, traz a mala.
– Pra onde você vai, Pirilo?
– Vou-me hospitalizar.
– O que é que você está sentindo?
 – Hoje, fazendo as unhas, tirei sangue da cutícula. Isso pode infeccionar, dar tétano, gangrenar, sei lá. Com saúde não se brinca.
E, de mala branca na mão e infalível chapéu preto à cabeça, lá ia o Pirilo para o Hospital dos Estrangeiros, onde tinha conta corrente (pagava por semestre) e apartamento quase fixo.

– Belinna, porta la valigia.
– Dove vai, Pirilo?
– Vado a ricoverarmi.
– Che cos’è che ti senti?
– Oggi, tagliandomi le unghie, mi è uscito un po’ di sangue dalla cuticola. Si può infettare, può venire il tetano, incancrenarsi, chissà cosa. Non si scherza con la salute.
E ,con la valigia bianca nella mano e l’infallibile cappello nero sulla testa, la si avviava Pirilo verso l’Ospedale degli Stranieri, dove aveva un conto corrente (pagava per semestre) e un appartemento quasi fisso.

Ma alla fine nonostante i tanti ricoveri programmati di Pirilo il matrimonio si ristabilizza perchè per la signora Belinha.. “apparve un architetto separato con ottimi piani e progetti che lei accettò subito” e Pirilo nel frattempo trova una aiutante infermiera che fa i turni nell’Ospedale per Stranieri, guarda caso proprio dove lui decide di farsi sistemare come stanza. 🙂

Il video seguente mostra una parte dei tantissimi personaggi portati sullo schermo da Chico Anysio e per chi mastica un po’ il portoghese vale veramente la pena cercare qualche cosa su youtube e farsi due sane risate.


link

Advertisements

2 thoughts on “Addio a Chico Anysio un umorista a tutto tondo

  1. Com certeza pra nós brasileiros foi uma grande perda…ele era mesmo muito conhecido e muito amado por todos…não conheço, no Brasil, quem não tenha dado boas risadas assistindo a Escolinha do Professor Raimundo…ou quem não tenha se apaixonado ou se identificado com pelo menos um de seus personagens…então ficam as imagens…fica a lembrança pelo tanto que ele nos fez rir…e a certeza de que ele agora está fazendo bagunça no céu!

    Van

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...