Maria Eugênia: dal Goiás alla ribalta nazionale

Ultimamente sto ascoltando spesso Maria Eugênia, una cantante Goiana (cioè dello stato del Goiás, una regione interna del Brasile) che ha da qualche anno abbandonato la dimensione più tradizionale, legata alla sua zona di provenienza, cominciando a farsi conoscere ed apprezzare anche dal grande pubblico brasiliano. Certamente ad assegnarle questa popolarità nazionale ha contribuito il brano “Companheiro“, che è stato scelto come sigla di apertura della novela Araguaia, trasmessa dalla Rede Globo l’anno scorso. Spesso avere l’onore di cantare la sigla di apertura di una novela (o più in generale di avere un brano nella trilha sonora, cioè nella slezione dei brani che costituiranno la musica degli episodi) è una cosa fondamentale per un artista, soprattutto in un paese dove questo genere televisivo oltre ad essere molto seguito è anche prodotto ed esportato.

In ogni caso il percorso di questa cantante è stato quello classico, comune a molti artisti regionali: molti concerti anche in piazza, partecipazioni ad eventi folklorici, tanti dischi (quasi una decina), il passaggio su emittenti sempre più grosse e poi la consacrazione al grande pubblico nazionale. In tutto questo percorso, secondo me, tre cose non sono mai mancate a Maria Eugênia, chiaramente la voce (meravigliosa, intonatissima, rodata sul campo in centinaia di occasioni), una caratteristica non comune di interpretare i brani che canta (chiamiamola anche teatralità che viene fuori benissimo sia nei brani con un testo un po’ ironico sia in quelli più drammatici), e un gruppo di musicisti molto all’altezza della situazione (tra cui suona anche il marito) che sanno accompagnarla benissimo in tutte le sue performances.

Io ho sempre sostenuto nei miei post passati che la musica non si descrive a parole, ma mai come in questo caso sarebbe veramente inutile parlare :), perchè ci sarebbero tante cose da dire e nessuna parola potrebbe sottolineare una sfumatura nell’interpretazione o la bellezza di un passaggio strumentale. Quindi cominciamo con la solita sequenza dei video che io prendo a prestito sempre da youtube per stimolare in chi si trova a leggere il blog l’interesse per l’artista, o in generale per l’argomento, di cui si sta parlando.

Questo primo video è tratto da una trasmissione Som Brasil che, come abbiamo già detto qui, è un format molto vecchio della TV brasiliana che ha la funzione di rendere omaggio ad un grande nome della musica nazionale attraverso il contributi delle nuove generazioni di artisti emergenti. L’omaggiato in questo caso specifico è Chico Buarque e Maria Eugênia e il suo gruppo eseguono una versione della bellissima  Folhetim, un pezzo portato al successo da Gal Costa, se non ricordo male (io non c’ero in quell’epoca o ero piccolo, ma questo brano l’ho sempre legato a questa cantante).


link

Quest’altro video invece mostra la parte più ironica e teatrale di Maria Eugênia, e il brano molto divertente e pieno di doppi sensi è di Vander Lee e si chiama Chazinho com Biscoito. Quando ho sentito questo pezzo, al di là dell’arrangiamento sambeggiante, mi è venuto subito in mente un genere a me molto vicino (geograficamente e culturalmente) che è la canzone umoristica napoletana, la classica “macchietta“, che ha avuto interpreti molto autorevoli come Nino Taranto, Renato Carosone e il più recente Vittorio Marsiglia. Lo stile è lo stesso anche se qui il clima è più naif si parla di una specie di albergo scombinato abitato da gente strana (un verso a caso: Na cobertura tem um fã do Sepultura /Que pratica acupuntura / Com as cordas do violão – Sul tetto c’è un fan dei Sepultura [un gruppo metal] che pratica l’agopuntura con le corde della chitarra , e qui chi suona la chitarra elettrica sa che le corde, soprattutto il cantino, sono aghi veramente 🙂 )


link

E per finire metto il video di Companheiro, la canzone della sigla della novela di cui parlavo sopra (anche questo video come il precedente è tratto da un DVD ao vivo che si chiama Maria Eugênia Coisa Musical. In questo pezzo si sente molto la parte popolare, tra l’altro la novela (che non ho visto) era ambientata proprio nelle zone dell’ interior.


link

Maria Eugênia ha un sito web ufficiale (attualmente in fase di ristrutturazione) ma da lì c’è il link per i vari social network.

Advertisements

2 thoughts on “Maria Eugênia: dal Goiás alla ribalta nazionale

  1. Ciao Vincenzo. Piacere e complimenti per il blog.
    Mi permetto di aggiungere al tuo articolo la versione di Geni e o Zepelim di questa grande interprete che ho scoperto un paio di anni fa e che mi ha lasciato senza parole…evidenti anche qui le sue doti teatrali…

    A presto!
    Barbara

  2. ciao Barbara, grazie per i complimenti e per il contributo..
    si, grande pezzo pure questo.. dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che siamo di fronte ad una interprete eccezionale
    ciao, passa pure quando vuoi
    V.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...