Eliane Elias, il nuovo look e il nuovo abum “Light my fire”

Ho parlato già in passato su Brasil Cotidiano di Eliane Elias, una pianista di origine brasiliana, che oltre a suonare divinamente è anche cantante e compositrice. Ormai naturalizzata americana Eliane è conosciuta più come pianista jazz e come interprete di canzoni soft del vasto repertorio degli “standard” americani, Ma al di là di questo è anche una valida ambasciatrice del latin jazz, ed è conosciuta nel suo paese natale perchè, oltre a collaborare con artisti brasiliani, porta anche nei suoi concerti in giro per il mondo i brani più famosi del samba e della bossanova.

Per la verità Eliane è anche una persona che sperimenta molto, si presta a collaborazioni con artisti di generi musicali diversi, insomma mexe e remexe a volte anche con scopi commerciali, nel senso che qualche album della ventina che ha realizzato in 30 anni di carriera, secondo il mio modesto parere (tral’altro di fan), poteva anche risparmiarselo. Agli inizi di luglio Eliane ha sfornato un nuovo disco che si chiama Light My Fire (si, proprio la canzone dei Doors riproposta in una chiave soft), pieno di collaborazioni importanti  tra cui Gilberto Gil, con cui canta tre pezzi, e Oscar-castro Neves, famosissimo chitarrista e compositore, ormai indispensabile anche come turnista quando bisogna dare ad un disco non propriamente brasiliano l’atmosfera di Brasile.

Un cosa curiosa di questo CD è che in un certo senso è una specie di riunione di famiglia: suonano infatti con Eliane il marito attuale il bassista Mark Johnson, l’ex marito Randy Brecker (che suona la tromba con sordina in un arrangiamento particolare di Take Five), e la figlia Amanda Brecker che fa la corista in un brano. Ma a parte questa cosa che si è ripetuta anche in altri lavori, questo CD è in sostanza un disco di cover: ci sono brani di Gilberto Gil (che è pure giusto perchè Gil è il convidado especial) brani famosi della bossanova (come Rosa morena), c’è Isto Aqui o que é di Caetano Veloso, ci sono standards jazz (come Take five), ci sono pezzi di Stevie Wonder, dei Doors  e, se non ho fatto male i conti, solo un brano di Eliane (più un vecchio pezzo suo riproposto). Posso capire che Eliane Elias è una pianista e che questo disco comunque è bellissimo con degli arrangiamenti di prim’ordine, ma io avrei preferito qualche brano originale in più e qualche cover in meno. Non bisogna sempre fare dei pezzi trasversali per arrivare a tutto il mondo di tutte le età. E lo dico sempre da fan.

Ma ora veniamo alla cosa più importante del CD: Il look di questa donna cinquantenne che ha sempre puntato molto sullo charme (anzi proprio lei dice che “questo disco è un momento di passione e sensualità”) e che probabilmente vedendo appannarsi un po’ la bellezza degli anni che furono ha deciso di darsi uma arumadinha, rifacendosi un po’…. da capo :). Lo dico scherzando ma secondo me è diventata un po’ troppo personaggio, un po troppo femme fatale. Comunque Eliane è proprio così: io l’ho vista suonare un paio di volte dal vivo: in una era a piedi scalzi, e nell’altra arrivò sul palco con i guanti lunghi di raso nero, che poi per fortuna ha tolto prima dello show.

Lasciando da parte i vezzi di artista (che si può ampiamente permettere) veniamo alla musica suonata, che è sempre più importante delle chiacchiere. Metto un po’ di video presi da youtube: il primo è un video documentario che spiega un po’ come è stato realizzato il disco (ormai è un “must” di qualunque lavoro fare una specie di mini-documentario per spiegare i retroscena e per fare micro interviste ai protagonisti).

Questo video invece è il brano originale del CD che si chiama What about the heart, cantato per la prima metà in portoghese e nel finale in inglese (ma con il titolo inglese). Giusto per quel discorso di arrivare a quanta più gente possibile. Buon ascolto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...