Batucada na rua (pastello ad olio)

E’ parecchio tempo che non posto un mio quadro/disegno e ho pensato di inaugurare il mese di Marzo, che è il mese di Carnevale quest’anno, con un piccolo pastello ad olio che ho intitolato “Batucada na rua”, anche per creare un collegamento tra gli ultimi post dove si è parlato di samba, di strumenti tipici, di fumetto e illustrazione.

In Brasile come da ogni altra parte del mondo fervono gli ultimi preparativi per questa festa che mischia elementi religiosi e cose più “goderecce”. Nei paesi di tradizione cattolica (come il Brasile) il carnevale rappresenta infatti l’ultima  possibilità di eccedere prima di calarsi nell’astinenza della quaresima, almeno in teoria. Questo lasciando da parte tutto il significato legato alla competizione che, come sappiamo, è l’altro aspetto importante, direi fondamentale del carnevale, in particolar modo di quello brasiliano. Rivaleggiare a suon di coreografie, di sfilate e carri allegorici, con la gara ad appropriarsi la rainha più bella e famosa (in genere l’attrice o modella del momento) è infatti una cosa per la quale le scuole di samba lavorano per un anno e intorno alla quale ruota una maniera di essere,  al punto che questa festa non è solo un appuntamento turistico che attira su di se gli occhi del mondo ma anche una “espressione di cultura” come sancito dal governo.

E il discorso che il Carnevale di Rio sia uno degli eventi più seguiti sinceramente a me, da italiano, preoccupa un po’. Circola voce che anche i nostri amici brasiliani, come il resto del pianeta, dove si festeggierà il carnevale, si divertiranno a rigirare il coltello nella piaga parlando delle nostre vicende di politica interna (o per essere precisi parlando dei problemi del nostro premier) , e già circolano per la Rete fotografie delle maschere del Cavaliere che trasformeranno tanti brasiliani e brasiliane in cloni di Mister B., come il Mister Smith replicante di Matrix. Per noi dopo il danno la beffa planetaria insomma :).

In ogni caso mettendo da parte il carnevale e la politica (che cerco di tenere il più possibile lontana da questo blog) voglio solo aggiungere sul quadro di apertura che si tratta di un veloce pastello ad olio, nel quale ho cercato di rendere quella spontanea maniera di divertirsi e di fazer barulho che avviene quasi per germinazione spontanea nelle favelas. Basta una percussione, anche improvvisata e subito si accenna ad un passo di samba… forse perchè come dice il detto popolarea alegria de pobre dura pouco(l’allegria del povero dura poco) e bisogna rinnovarla spesso.

Se vi va di vedere altri miei quadri (e sentire i miei pezzi musicali) potete visitare il mio sito web.

Annunci

4 thoughts on “Batucada na rua (pastello ad olio)

  1. Vincenzo,

    Dei uma olhada no site e gostei dos quadros (como o deste post). São coloridos e refletem a almade quem mora em um lugar cheio de luz, além da iluminação interior (piegas, não? Mas é honesto).

    Quanto ao Carnaval, na realidade toda aquela competião acontece no Rio e em outras cidades onde o há desfile de escolas de samba. Palavra de carioca da gema que desfilou por mais de 20 anos na querida Portela. Não me informei sobre os enredos deste ano. Não sei se falarão de política, mas o enredo é decidido quase um ano antes do desfile e não há tempo para ser modificado. O Carnaval do Nordeste é mais participativo e sem competições, é um Carnaval para todos. Qunto às máscaras, pode esperar, sim, a aparição de berlusconis pela ruas brasileiras, mas o grande “homenageado” será o Tiririca, um palhaço (literalmente falando) eleito com votação record para a Câmara dos Deputados. Nada mais oportuno. 🙂

    Abraços

    • Allan, voce traz sempre novas informações pra mim !
      Eu sei o que aconteçeu com o Tiririca, mas eu acho que aqui na Italia a gente têm muitos candidatos que podem competir com os palhaços profissionais como o Tiririca 🙂 …não há falta de palhaços entre os politicos italiano 😀
      obrigado pelo suo comentario e pela visita au meu site… eu tento de pintar pessoas nos gestos cotidianos.. eu nao sei se consigo o resultado mas eu acho que a coisa mais importante é se divertir….quanto as coisas coloridas pra mim pintura é principalmente color… 🙂
      um abraço
      V.

  2. é verdade!!! fico muito admirada com as coincidencias da politica dos dois paises… “palhaços” a parte! E o que dizer da atual situaçao italiana? mas, ao inves de falar de politica, prefiro ver as suas telas! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...