Ma dopotutto, cosa vogliono le donne ?

Ma dopotutto, cosa vogliono le donne ? Questa domanda aveva già ossessionato il padre della psicanalisi più di un secolo fa, e continua a riecheggiare nella mente di André Newmann dottorando in psicologia con una tesi su questo argomento, e protagonista  della nuova miniserie in 6 episodi della globo TV che si chiama appunto Afinal, o que querem as mulheres ? scritta da João Paulo Cuenca e diretta da Luiz Fernando Carvalho.

La prima puntata è andata in onda ieri sera e promette molto bene, perchè oltre ad essere realizata con la solita qualità a cui ci ha abituato da qualche anno la rede Globo, tratta in una maniera decisamente comica (e pure un po’ sexy che non guasta) il tema di come comprendere l’universo femminile e, inevitabilmente di converso, quello di come le donne  vedono gli uomini.  A proposito del titolo e dell’argomento della miniserie  João Paulo Cuenca dice questo:

“[…] arrisco dizer que sim, existe uma fórmula inequívoca para saber o que querem as mulheres. Inventá-las. Que é também a única forma possível de conhecê-las por baixo da superfície dos seus gestos e palavras.

“[…]oserei dire che si, esiste una forma inequivocabile per sapere cosa vogliono le donne. Inventarla. Cosa che è spesso l’unica forma possibile di conoscerle intimamente a partire dai loro gesti e dalle loro parole.

Ma parliamo un po’ della miniserie: il cast è un misto di nuovi attori e di star conosciute, come succede sempre in questi casi: Michel Melamed è André, lo psicologo indagatore dell’universo femminile che divide un loft con Livia (Paola Olveira) sua ragazza e pittrice in cerca di ispirazione. Livia abbandona il fidanzato già nella prima puntata dopo avergli scritto sulle finestre dell’appartamento “Vai viver a sua vida” (vivi la tua vita) e lascia il campo libero all’immancabile “altra” figura femminile interpretata da Leticia Spiller. Non mancano attori noti, come Vera fisher (sempre bellissima) nel ruolo della mamma opprimente di André e Osmar Prado che è lo psicologo di André che viene da quest’ultimo scambiato per Freud (rappresentato come un pupazzo di plastilina animato benissimo).

Siamo solo a 1/6 della storia e quindi non si può dire niente tranne che descrivere André che appare come un tipo molto old fashioned: veste praticamente come il suo  maestro/ossessione Freud, fuma la pipa,  non usa computer ma una vecchia macchina da scrivere, intervista le sue donne con un ingombrante registratore a nastro e l’unica concessione alla “normalità” sono gli orecchini che porta. Quando chiede alle sue intervistate di dirgli cosa vogliono le donne, e specifica di dire “la prima cosa che passa loro per la mente” ottiene risposte come questa: “Io ho sempre sognato di essere vedova…si, io desidero sposarmi, è chiaro che lo voglio, ma poi desidero che  lui muoia”. Beh deve essere difficile da scienziato sociale elaborare tutto questo materiale umano 🙂

Il video seguente è un teaser della rede Globo che presenta i personaggi sicuramente meglio di come ho fatto io in questo post.

C’è online sul sito ufficiale della miniserie un sondaggio che riporto pure qui (le opzioni sono state scelte dalla Globo ed è tutto copyright Globo). Forza.. date la vostra opinione! 🙂 :

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...