Fernanda Young, un tipo un po’ “irritante”

Fernanda Young

La tipa a fianco, dall’aspetto  un po’ butch è Fernanda Young, secondo me una delle persone più originali, e sicuramente più eccentriche, della televisione brasiliana. Parlare di Fernanda non è semplice: basta dare uno sguardo a questa immagine per capire che si tratta di una persona a dir poco alternativa. E non per i tatuaggi, i capelli corti, i piercings, il servizio nel quale posa nuda per Playboy Brasil. Nemmeno per l’adozione di una bambina che ha fatto con il marito Alexandre Machado (che si aggiunge ai suoi due gemelli) e che sembrerebbe una specie di provocazione alla Angelina Jolie, visto lo stile della sua vita. Fernanda è alternativa per le sue idee, per il suo coraggio, per i suoi libri (una decina di titoli che dividono molto la critica) e per la  sua attività di autrice televisiva, che non ha sempre grande riscontro di pubblico, per essere onesti, ma si caratterizza certamente per una grande originalità.

Ho incrociato Fernanda (televisivamente parlando) in 3 occasioni che descrivo brevemente:

Nada FofaLa prima è un especial de fim de ano che si chiamava “Nada fofa” con Letícia Spiller come protagonista, dove la Young ha realizzato la sceneggiatura. Gli speciali sono delle storie autoconclusive un po’ più lunghe di un telefilm e un po’ più corte di un film che la Rede Globo realizza e manda in onda in occasione del Natale, come regalo per gli ascoltatori. In Nada Fofa Leticia Spiller interpreta il ruolo di una avvocatessa molto tosta (insomma  per niente “fofa” cioè delicata, carina) che non si fa scrupoli per vincere una causa e usa tutti i sistemi disponibili, anche quelli non corretti. Solo che per uno strano “cortocircuito” mentale compare nella sua vita un personaggio della sua infanzia, un pupazzo rosa che si chiama Pintonildo, che la perseguita facendo un po’ da alter ego e invitandola ad essere più onesta (le urla sempre dietro lo slogan “seja legal” – comportati correttamente) . Il pintonildo è in un certo senso una spia di allarme che invita l’avvocatessa (che tral’altro si chiama Nadia Wolf, quindi “lupo”)  a non mordere troppo, a curarsi un po’ di più della sua vita personale , deserta di affetti, proprio per la sua attitudine ad essere “nada fofa”.

O sistemaUn’altra cosa che mi è piaciuta molto (a giudicare dai dati di ascolto però ero uno dei pochi ad apprezzarla) è stata una miniserie in 6 episodi sempre mandata in onda dalla Rede Globo e sempre scritta da Fernanda in collaborazione con suo marito, che si chiamava “‘O sistema” e che trattava in una maniera originale e un po’ paradossale il tema dell’essere fuori dal “sistema”, cioè la situazione di chi non si conforma a quello che viene imposto dall’alto e cerca di rivendicare i suoi diritti lottando per ottenerli. “Sistema” però deve essere inteso anche come sistema informatico, come una specie di grande fratello computerizzato che contiene i dati di tutti.  La storia è un po’ paradossale: c’è un uomo che acquista un orologio elettronico e non sapendolo far funzionare si rivolge al call-center dell’azienda produttrice, ma  l’operatrice nega l’assistenza perchè l’uomo non ha più lo scontrino fiscale che attesta l’acquisto del prodotto. Comincia così un battibecco continuato che porta quest’uomo al centro del mirino, e l’azienda lo esclude così dal sistema, cancellando i suoi dati sensibili (numero della carta di credito, dei conto corrente, dati amministrativi ecc). L’uomo non può far altro che vivere ai “margini del sistema” e si unisce ad una serie di altri perseguitati come lui che formano un gruppo chiamato Vitimas do Sistema che alla fine riusciranno ad arrivare alla stanza dei bottoni, dove potranno oltre che riabilitarsi, scoprire che molte cose che sono avvenute nel mondo sono state solo conseguenza di una cospirazione molto ben architettata. Insomma una storia non semplice, un po’ paradossale ma raccontata con molto humor.

Irritando Poi ho visto diverse puntate di “Irritando” un talk show condotto da Fernanda, che va in onda sul canale a pagamento GNT, nel quale viene chiesto a diverse celebrità del mondo brasiliano quali sono le cose che le irritano di più. Il programma è divertente, molto ironico, condotto in una maniera in linea con lo stile anticonvenzionale della sua autrice e, come prevedibile, pieno di colpi di scena, grazie anche ai contributi degli spettatori da casa e agli interventi del pubblico in studio.

Quando ho guardato questi tre programmi, in momenti diversi, ho avuto la sensazione inconsapevole che c’era tra di loro come una specie di legame di fondo; questi tre prodotti televisivi, molto diversi tra di loro sembravano accumunati da qualcosa che non riuscivo bene a decodificare. E siccome il collegamento più ovvio era ricondurre tutto a Fernanda Young presentatrice di Irritando ,sono andato nei credits è ho scoperto che in tutte queste cose c’era il suo zampino e/o quello del marito Alexandre Machado.

Insomma per Fernanda Young vale il famoso detto “l’abito non fa il monaco” (o come si dice in portoghese giusto per rimarere in argomento “o hábito não faz o monge” ). Per fortuna c’è gente che non si lascia irritare da un paio di tatuaggi e da qualche atteggiamento aggressivo e sa vedere oltre. Questo è il suo sito (attualmente in ristrutturazione).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...