Marilia Medalha una cantante in bianco e nero

Como dizia o poetaUno dei miei primi ricordi di bossanova è la copertina di un disco che da bambino capitava spesso tra le mie mani mentre i grandi erano impegnati ad ascoltarne il contenuto. Mi ricordo che mi colpiva molto la grafica di quella copertina (solo tre piccole foto in bianco e nero, tre nomi e il titolo in verticale), probabilmente perchè la confrontavo con quelle degli altri dischi, più colorate, più “fotografiche” e, in un certo senso, più scontate. Il disco, che possiedo ancora e suono ogni tanto (pur avendone una versione più pratica nell’ipod), si chiama  Como dizia o poeta musica nova ed è uno dei tanti album di Vinicius de Moraes degli anni ’70, all’inizio dell’esperienza in duo con Toquinho, nel quale canta come convidada Marilia Medalha che parteciperà anche ad un lavoro successivo del duo dal titolo Encontro e desencontro.

MariliaRagionandoci adesso, dopo che la curiosità del bambino è ormai ampiamente sfociata nella passione dell’uomo adulto, posso realizzare che il motivo dell’interesse per quel disco non era semplicemente il contenitore ma in una certa misura anche il contenuto. Insomma anche io come i grandi ascoltavo quel disco, ma a modo mio,  assorbendo piano piano quelle armonie un po’ sghembe ma accattivanti, cominciavo ad apprezzare quegli arrangiamenti degli archi molto moderni (per il tempo), e cercavo di decodificare la voce sgraziata del nero di A Tonga Da Mironga Do Kabuletê. Insomma cominciavo a fare delle scelte stilistiche, probabilmente inconsapevoli che mi avrebbero portato in una direzione precisa (qualcuno che mi conosce dice verso un “punto di non ritorno preoccupante”).

MAriliaFra le tante cose strane di quel disco di bossanova c’è l’oggetto di questo post: la voce di Marilia Medalha, con quel suo timbro scuro, così diversa da quelle della radio o della televisione, una voce che, per quello che potevo capire allora, parlava di cose quotidiane (poi ho scoperto in seguito che si trattava del famoso cotidiano che ha sempre inondato la poesia di Vinicius)  trasudando passione e malinconia. Col tempo, con l’autonomia, con internet ho potuto indagare meglio su Marilia Medalha e ho scoperto alcune cose di questa cantante che so sintetizzerei nella frase: “Marilia Medalha ha fatto sempre il possibile per schivare la notorietà”.

E’ stata in buona sostanza un’artista che ha fatto lo stretto indispensabile; nella sua biografia ci sono cose importanti come le collaborazioni con Sergio Mendes, Edu Lobo che l’hanno portata a conquistare riconoscimenti e a calcare palcoscenici importanti; ha condotto fortunate trasmissioni televisive, si è esibita in tanti festival internazionali, ma tutte queste cose son rimaste solo degli spunti per una carriera che poteva essere molto più luccicante, ed invece è stata caratterizzata dalla stessa proporzione di notorietà ed oblio, di luce ed ombra. Un po’ come un disegno a china dove il bilanciamento tra due estremi da valore al tutto; per questo Marilia Medalha è per me una cantante in bianco e nero, non solo perchè la sua attività principale è legata agli anni ’70 (ho faticato a trovare foto a colori), ma anche per questo suo apparire e sparire in ugual misura.

Marilia Medalha Iris SalvagniniL’ultimo disco di Marilia, Bodas de Vidro, è del 1992, la voce è sempre quella anche se un po’ più tirata, le armonie sono un po’ più fusioneggianti (Marilia ha sempre avuto una grande passione per il Jazz che frequentava da giovane cantante nelle boites di Rio de Janeiro). Però ultimamente, dopo il solito periodo di silenzio, è uscito un disco della cantante Iris Salvagnini (2008) che canta composizioni di Marilia Medalha facendo venir fuori un aspetto nuovo di questa artista, non molto conosciuto.

Per capire di cosa parliamo metto un po’ di links: intanto quello alla pagina personale myspace di Marilia Medalha , dove ci sono un po’ di cose anche tratte da Bodas di Vidro (come il pezzo ah se eu pudesse). E poi un video preso da youtube che i riferisce al disco di apertura…il brano è il famoso Tarde em Itapoã dove Marilia canta con Vinicius e Toquinho.


Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...