Lenine… é fogo !!!

LenineLenine è uno di quei personaggi della musica brasiliana che mi ha sempre affascinato, per via della sua naturale capacità di mescolare con profitto generi musicali molto distanti tra loro, creando un risultato di grande effetto. In un certo senso questa attitudine alla mistura deve essere stata per lui una cosa molto naturale fin dall’infanzia, essendo nato da un padre comunista marxista (Lenine deriva da Lenin e non è un nome d’arte) e da una madre cattolica praticante che lo obbligava a frequentare la chiesa. E così musica popolare brasiliana, rock, funky, hip hop, e tante altre influenze nella musica di Lenine non rimangono mondi separati, ma trovano la stessa dignità di espressione e convergono tutti in uno stile originale che, a mio parere, trova la sua dimensione ideale nello show dal vivo.

LenineLo show dal vivo separa gli uomini dai bambini come dicono gli americani. Li non ci sono trucchi, non ci sono “takes” da rifare se non viene bene la prima, non ci sono cali di intonazione da mettere a posto a colpi di Melodyne e Autotune che, per chi non lo sapesse, sono due programmi usati in sala di registrazione per “aiutare” le voci calanti o crescenti ad avvicinarsi alla nota reale (spesso acuta) che doveva essere presa e che invece è stata  pietosamente steccata. Negli show dal vivo c’è solo la personalità dell’artista che deve venire fuori, la sua abilità ad interagire  con il publico e con i musicisti sul palcoscenico, e spesso nei suoi concerti Lenine ospita artisti molto eclettici con cui entra in sintonia perfetta.  Si dice spesso che i musicisti brasiliani sono molto versatili nel suonare e spaziano da uno strumento ad un altro suonandoli tutti molto bene. Probabilmente è vero,  è un fatto culturale. Ed è questo secondo me il motivo per cui le registrazioni dei concerti di artisti Brasiliani sono mediamente più di qualità sotto il versante dell’arrangiamento e dell’esecuzione. O almeno io li trovo di maggiore qualità.

CD LabiataE proprio a proposito di show dal vivo c’è stato un evento importante lo scorso 29 marzo, il concerto di Lenine in Italia (unica tappa a Milano) dove sono stati presentati i pezzi dell’ultimo CD “Labiata”. L’importanza di questo concerto è legata al fatto che è la prima volta che un certo Brasile, lontano dalle sonorità predigerite della bossanova tradizionale (o lounge per dirla in modo chic) giunge da noi. Se non sbaglio per Lenine dovrebbe essere il primo concerto Italiano. Questa situazione paradossale di essere venerati in patria e semisconosciuti all’estero (pur avendo all’attivo 4 grammy e una decina di album) è una cosa purtroppo molto ricorrente, soprattutto nel nostro paese, sempre lontano dai circuiti che sono meno “collaudati”.

LenineParlare di Lenine è complicato perchè essendo un personaggio poco “personaggio” si finirebbe inevitabilmente “solo” sulla sua musica. E come si può comunicare quel piacevole smarrimento delle percussioni di Fogo che vengono missate volutamente solo con il suono di ambiente (riverbero) e non con il suono diretto ?  Lenine è anche questo: un artista che gioca con le cose non convenzionali, con i ritmi e chiaramente con i testi impegnati (mi viene in mente Samba do quilombo dove la descrizione di questa comunità storica di schiavi dà lo spunto per parlare della situazione della negritudine brasiliana).

Io il concerto di Milano non l’ho visto purtroppo 😦 . E lo smile non rende il dispiacere. Se Lenine  in futuro non scende più al sud (o in alternativa se non viene più spesso in Italia) dovrò  limitarmi a seguirlo solo tramite web o DVD/CD. In ogni caso per capire di che personaggio da palco parliamo può andare bene un estratto del suo multishow Acústico fatto per MTV, dove oltre ad una sezione di fiati sul palco e una orchestra d’archi, e la solita banda si sono alternati molti convidados tra cui l’arpista Cristina Braga o la compositrice messicana Julieta Venegas.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...