Estômago

Locandina del filmCome penso si intuisca dalla foto della locandina, Estômago è un film che ruota intorno al cibo, che è il vero protagonista di tutta la storia. La trama è molto semplice: un giovane senza lavoro (ma soprattutto senza aspettative, e senza una famiglia) giunge in una grande città (Curitiba) per cercare un impiego. Spinto dalla fame entra in un bar e ordina due coxinhas (che semplificando moltissimo facendo un torto ai brasiliani, sono come degli arancini a cui viene data una caratteristica forma a pera che ricorda una coscia appunto) ma non potendoli pagare viene “invitato” dal proprietario a saldare il suo debito nella classica maniera: lavando i piatti (e per la verità anche la cucina e un appartamentino attiguo alla cucina). In poco tempo questo ragazzo, che ha il nome molto originale di  Nonato, diventa un vero chef, sviluppa una abilità non comune a miscelare alimenti e a dosare ingredienti e capisce che la cucina può aiutarlo a risolvere molti problemi.

la fidanzata di NonatoInfatti cucinando cucinando trova l’amore: una prostituta cicciottella che è più attratta dai suoi piatti che da lui (in pratica viene pagata a pietanze) e trova anche un impiego migliore, perchè il proprietario di un ristorante italiano, stregato da un suo filetto, capisce che il ragazzo è un talento e lo porta nel suo locale per incrementare il livello della sua cucina e quindi i suoi guadagni. L’abilità nel cucinare e l’intelligenza non comune saranno quei fattori che  aiuteranno moltissimo Nonato ad ottenere quello che vuole dalla vita.

Nonato e i suoi amici di carcereA questo punto del film lo sceneggiatore complica un po’ le cose, ma fa bene perchè questa cosa gli  procurerà molti premi. Sdoppia la storia su due dimensioni temporali: il passato (quello che abbiamo appena visto) e il presente, che mostra il protagonista in prigione insieme ad una turma di brutti ceffi. Perche Nonato si trova in prigione ? Beh questo si capisce nell’ultima inquadratura del film (che ho messo sotto) che non è il caso svelare per non fare un torto a chi volesse vederlo.

Come al solito un po’ di fotogrammi estratti dal film:

confort carcere tradimento roast beef

La prima foto si riferisce ad un pranzo in carcere che Nonato prepara per un incontro tra grossi capi. E’ uno di quei carceri brasiliani dove i detenuti hanno alcune libertà come procurarsi i generi di conforto (cibo, droga, donne) e dove ogni tanto possono fare dei banchetti in piena regola e incontrare gli amici (in questo caso si tratta di narcotrafficanti).

Nella seconda foto avviene un fatto importante che riguarda la fidanzata di Nonato. Teoricamente lo sta tradendo con il suo principale, tecnicamente sta solo facendo il suo lavoro di intrattenitrice. Fatto sta che Nonato non la prende benissimo questa cosa e esce un po’ fuori di testa, per usare un eufemismo.

La terza foto è il finale del film. Nonato mangia perchè ha fame, e perchè sfoga nel cibo, come molti di noi, le sue tensioni.

Estômago è in definitiva un bel film. A me è piaciuto veramente tanto per tanti motivi. E’ bella la fotografia, è bello il tema musicale fischiato (alla Morricone) che entra nella testa piacevolmente, il finale può essere considerato un po’ shockante ma in un certo senso è coerente con la storia del protagonista che recita in una maniera veramente eccezionale secondo me (l’attore è João Miguel famoso anche per qualche ruolo in telenovelas).

In definitiva questo film è per tutti quelli che pensano, in maniera un po’ riduttiva, che per lo stomaco transiti solo il cibo. Dimenticando che invece che quest’ organo è legato a filo doppio con alcuni aspetti importanti della vita come la ragione, il potere, l’ambizione e il sesso.

Advertisements

2 thoughts on “Estômago

  1. Ricordo questo film!
    Lo vidi tempo fa alla festa del cinema in lingua originale e sottotitoli spagnoli…
    Solo l’italiano capivo meglio di tutti, comunque approvo, questo film è veramente stupendo!
    Di solito sono abbastanza critica, ma ha veramente attirato tutta la mia attenzione in maniera particolare, è fatto benissimo, e la trama si lega bene al filo logico, amalgamando un pò tutto, lasciandoti veramente sorpreso alla fine ^___^

  2. si è proprio un bel film..un po’ particolare ma da vedere a mio avviso

    come ho scritto nel post l’ottima sceneggiatura (e pure il commento musicale molto particolare, secondo me) contribuiscono a tenere desta l’attenzione dello spettatore fino alla fine…

    E poi è anche un film di denuncia, che mostra uno dei lati più veri del Brasile: la precarietà di vita in certe condizioni. Questa cosa non viene tanto esportata nel mondo: in un certo senso quasi tutti i film che racconto qui (a parte le commedie divertenti 🙂 ) hanno questo elemento comune che li lega e che mi piace descrivere, perchè mi restituisce l’immagine di un Brasile più vero e non “decorato”…

    E se ti piace una cosa, ti piace tutta 😉

    ciao
    V.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...